Altri Filtri
Galleria dei Falsi (La).

Galleria dei Falsi (La).

Dal vasaio al mercato d'antiquariato.

  • Format: 17 x 24 cm
  • Binding: Hardcover with dustjacket
  • Pages and Illustrations: 380, 578 b/w ill
  • Publication Year: 1993
Condividi su:

Sette storie vere di vasi falsi e acquirenti incauti, un catalogo di oltre cento schede di ceramiche frutto d'imitazione, un panorama dei reperti archeologici autentici
che potrebbero avere costituito la fonte d'ispirazione del falsario. Sono questi i tre filoni principali del libro, stimolanti e divertenti. La pista del vaso falso è seguita con decisione, dai primi sospetti alle conferme date dalle analisi scientifiche. L'attenzione è rivolta a qualsiasi particolare possa portare alla scoperta della verità, in un crescendo di notizie che vanno dalla mitologia greca alla descrizione delle analisi di laboratorio in un linguaggio accessibile anche ai non addetti ai lavori. Il confronto tra vasi falsi e vasi autentici si accompagna alla descrizione degli acquirenti "bidonati" e dei falsari che tentano di raggiungere in bravura i vasai della Grecia antica, senza condannarli nè assolverli, in un susseguirsi di trame talvolta appassionanti talaltra ironiche. Personaggio-chiave è un archeologo-tecnico, la solitaria Doc, segugio curioso e tenace, che accompagna il lettore nel viaggio tra le ceramiche, nel mare infinito
del falso e del vero.
Ninina Cuomo di Caprio, genovese, laureata nell'Università di Genova, si è specializzata nello studio della tecnologia ceramica antica e nella microscopia ottica
applicata alle ceramiche archeologiche, come testimoniano i numerosi articoli pubblicati su riviste italiane e straniere. Sul tema delle tecniche di cottura nell'antichità, nel 1971 pubblica una "Proposta di classificazione delle fornaci per ceramica e laterizi nell'area italiana", che serve tuttora a dare un inquadramento tecnico alle fornaci riportate alla luce dagli scavi archeologici. Frutto di un'indagine condotta in Puglia negli anni '70-'80, il libro "Ceramica rustica tradizionale in Puglia"
(1982), tende ad accertare la persistenza degli strumenti di lavoro e delle pratiche lavorative attraverso i secoli, raccogliendo la testimonianza dei pochi vasai tradizionali
ancora in attività. Lungo gli anni, partecipa a numerosi scavi archeologici condotti in Italia meridionale e in Sicilia, e si occupa attivamente del problema delle ceramiche d'imitazione contribuendo negli anni '70 alla creazione di un Laboratorio di termoluminescenza applicata all'archeologia presso l'Università di Milano.
Negli anni '80, alcuni corsi di Archeometria tenuti all'Università di Venezia in qualità di professore a contratto portano alla stesura di un manuale per studenti,
oggi adottato in molte Università italiane, dal titolo: "La ceramica in archeologia. Antiche tecniche di lavorazione e modernì metodi di indagine" (1985, ristampa
nel 1988). A cura della Princeton University Press, nella collana "Morgantina Studies" dedicata agli scavi condotti in Sicilia dalla Princeton University, nel1992 pubblica
il volume "Fornaci e Officine da vasaio tardoellenistiche" che illustra dieci fornaci per ceramica ritrovate a Morgantina, nel quadro di un ampio studio tecnologico e di microscopia ottica.


Seven true stories of fake vases and unwary buyers, a catalogue of more than 100 entries of pottery that was the product of imitation, a panorama of the authentic archaeological finds that could have constituted the source of the forger's inspiration: these are the three main themes of this stimulating and amusing book.

From the same author or series

Sign up for our Newsletter

To stay up-to-date with our publications