Altri Filtri
La Filologia Medievale

La Filologia Medievale

Comparatistica, critica del testo e attualità. Atti del Convegno (Viterbo, 26-28 settembre 2018)

Condividi su:

Studiosi di testi medievali latini, romanzi e germanici discutono temi e metodi che riguardano la critica del testo e la comparatistica linguistico-letteraria del medioevo europeo. Esperienze di ricerca maturate nelle tre aree disciplinari si incontrano al fine di pervenire a una migliore comprensione di fenomeni culturali complessi, in uno spettro temporale che va dallantichità allepoca contemporanea. Questo volume vuole offrire un terreno di confronto tra le filologie medievali, a partire dalle intersezioni poste dalla realtà storico-testuale. Ne scaturisce una riflessione sul contributo che la filologia può dare al mondo attuale, come disciplina storica, per la configurazione dei processi mentali, oltre che sociali e culturali. La filologia ha un ruolo fondamentale nella formazione di una coscienza del passato: attraverso la ricostruzione critica dei testi e della rete delle loro relazioni, recupera il senso della distanza e permette di ricostruire il passato nella sua specificità, imponendo un ragionamento sulle eventuali differenze tra il presente e il nostro futuro.

Scholars of Medieval Latin, Romance, and Germanic texts discuss themes and methods concerning text criticism and linguistic-literary comparisons of the European Middle Ages. Research experiences gained in the three disciplinary areas meet in order to achieve a better understanding of complex cultural phenomena, in a time spectrum ranging from antiquity to the contemporary era. This volume aims to offer a field of comparison between medieval philologies, starting from the intersections posed by the historical-textual reality. The result is a reflection on the contribution that philology can make to today's world, as a historical discipline, for the configuration of mental, as well as social and cultural processes. Philology has a fundamental role in the formation of an awareness of the past: through the critical reconstruction of texts and the network of their relationships, it recovers the sense of distance and makes it possible to reconstruct the past in its specificity, imposing reasoning on possible differences between the present and our future.

Paolo Canettieri, Franco De Vivo, Francesco Santi, Introduzione

Comparatistica

Luciano Formisano, Comparatistica, archeologia testuale, archeologia della cultura
Roberto Rea, Lamore come errore della virtus estimativa in Cavalcanti e Dante
Alessandro Zironi, Della presunta irrimediabilità del testo
Ileana Pagani, I testi storiografici. Fonti per la storia, fonti per la letteratura

Critica del Testo

Paolo Canettieri, Luca Gatti, Margherita Bisceglia, Emanuele F. Di Meo, Mariangela Distilo, Virginia Machera, Alessio Marziali Peretti, Stefano Milonia, Elisa Verzilli, Samuele Visalli, Il laboratorio di lirica medievale romanza (LMR-lab)
Maria Rita Digilio, Il codex unicus: teorie e prassi editoriali
Rossana Guglielmetti, La necessità di uno stemma interlinguistico: il caso della Navigatio Brendani

Attualità

Anatole P. Fuksas, Giovanna Santini, Scuola, Democrazia e Filologia
Francesco Santi, Lo sisè seny, lo qual apel.lam affatus. Suggerimenti lulliani per lattualità della filologia
Verio Santoro, 1914-1918: la guerra, i filologi e lEuropa

Banche dati e piattaforme digitali

Lucia Pinelli, Mirabile. Condivisione del lavoro /condivisione dei saperi per lo studio del medioevo
Edoardo DAngelo, Paolo Monella, ALIM (Archivio della Latinità Medievale dItalia). Storia, attualità, prospettive di una banca-dati di testi mediolatini

Pratiche di confronto

Marina Buzzoni, Intersectiones. La dimensione europea delle filologie medievali tra metodi qualitativi e quantitativi

Sign up for our Newsletter

To stay up-to-date with our publications